Qi-Gong legg itutto - Il Quinto Sigillo

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

QI-GONG TERAPEUTICO
IN  MEDICINA TRADIZIONALE CINESE

REGOLAZIONE DEL CORPO-REGOLAZIONE DEL RESPIRO - REGOLAZIONE DEL CUORE

SUONO
Lo studio dei suoni e' di importanza vitale, impadronirvi di queste tecniche portera' giovamento alla salute. Nell'applicazione terapeutica  hanno straordinaria efficacia, costituiscono una “conoscenza segreta” non accessibile al pubblico per centinaia di anni.

PERCEZIONE
Le 5 forme degli animali, antichissima  tecnica creata dal medico taoista Huatuo,
permettono di coordinare e regolare i movimenti del corpo, spesso con squilibri interni.
La tecnica nasce dall'osservazione di come si muovano “tigre,orso,scimmia,serpente,gru” .

MOVIMENTO
Camminate per il rinvigorimento e la soluzione dei ristagni...e tanto altro...
leggi tutto

La parola al maestro

Parecchi anni fa...
partecipo a una conferenza alla “famosa” Fiera della salute di Bazzano, fine anni ottanta...
c'è molto fermento nell'aria su tematiche di vita più armoniose…
movimenti newage, medicine alternative, fricchettoni post 70^.

Un evento fatto in un castello con stanze e stanzini su più piani, cucina vegetariana, molto… cool!!, (allora ero un fervente sostenitore della Macriobiotica... e qualche kilo in meno), conferenze, dibattiti, trattamenti, banchetti etnici... di tutto e di più, si respirava sempre una bella aria nel partecipare a questo evento.
Tra i tanti titoli che attirano la mia attenzione emerge quello relativo a una conferenza tenuta da alcuni medici di Bologna (agopuntori e non) sul KI-GONG e un sottotitolo che non ricordo, ma è bastato per attrarre la mia attenzione.

Mi metto comodo e sento la relazione del Dr. Gilberto Gori e del Dr. Giovanni Gatti, allievi di LI-XIAO MING... presentato come Medico Taoista e Occidentale, responsabile per i rapporti tra le M.T.C e la Medicina Occidentale in Cina. Gli argomenti sono subito interessanti e appassionanti, ma la parte forte arriva quando ci fanno alzare e mettere nella posizione del TI-BAO (abbracciare la palla), che tanti di voi hanno provato in più occasioni.
In quel momento parte una scintilla folgorante, come essere passato da testa a piedi da una corrente continua che sembra non finire mai, che si esaurisce quando lasciamo cadere le braccia al fianco.
Da allora, e per 6 anni, sono stato allievo di LI-XIAO MING, praticavo settimanalmente con un suo docente abilitato all'insegnamento, oltre ad aver fatto con lui in persona parecchi seminari.

LI-XIAO MING viene definito come il 4° uomo più potente della Cina per ciò che riesce a fare e ha mostrato a chi ha frequentato,come me, i suoi seminari.
Le conoscenze, le informazioni e le tecniche di auto-guarigione che ho ricevuto sono quelle che saranno insegnate nel corso del seminario di Febbraio, (camminate, suoni, movimenti,) secondo gli antichi precetti Taoistici Orientali, sconosciuti ai più.
La seconda parte del seminario, ricalca le nuove conoscenze acquisite nei seminari fatti con il Dr. Frank Kinslow, relativi a nuovi approcci alla guarigione quantica, che lui definisce “entrare nella Consapevolezza Pura” lasciare fluire e permettere al campo quantico di fare il resto...
La tecnica è molto semplice, affine a ciò che già si fa nello Shiatsu, ma con una sostanziale differenza, si toglie “pressione” e li lascia entrare “Eufeeling”, un sentimento di entusiasmo che proietta l'operatore e il ricevente in uno stato di estasi, in quel momento succedono le “cose” che definiamo “straordinarie”.
Se gradirete esserci, sarà un piacere per me condividere con voi
questo mio sapere.
Giorgio Bertazzoni

Testimonianza di Anna
Il 18 Gennaio arriva mail in cui Giorgio propone il corso QUANTIC QI-GONG.... leggo o forse non leggo, no meglio L E G G O tra le righe... il cuore sa che questa esperienza fa parte di me.
Mi informo: viene qualcuno, non viene nessuno... OK PARTO CON LA MACCHINA. Il giorno prima chiamo Patrizia che gentilmente mi ospiterà e mi chiede se ho le gomme da neve perché potrebbe nevicare, io le rispondo di sì, ma tanto sapevo che la strada per me non aveva ostacoli.
Con grande semplicità esploriamo questo nuovo lavoro e Giorgio ci dice che iniziamo dalla fine.
Senza neanche rendermi conto mi ritrovo leggera, a esplorare la mia mente...
Appena salgo sulla macchina e avvio il motore parto per un viaggio, ma non per Trento per un'altra dimensione.
Appena arrivo sento la leggerezza del luogo e il cuore aperto delle persone che mi accolgono.
lontano da tutto, sento che mi avvicinerò a me stessa!!!! Come è successo è un segreto da scoprire!!
Dopo la prima esperienza iniziamo con il QI Gong: parte della lezione teorica ove finalmente ho la consapevolezza della nostra struttura energetica e un esercizio dopo l'altro esploriamo le posizioni base e lavoriamo... Non saprei darvi la sequenza, so che ho cominciato a lasciarmi andare e...
il mio corpo si orientava... assumendo una posizione che Giorgio mi dice che fisicamente non era sostenibile... che pensava sarei caduta da un momento all'altro.
Io non me ne rendevo conto sentivo solo che il mio corpo andava da quella parte e sentivo una grande rigidità al collo...
Continua il lavoro, e ogni volta, prima di riuscire a lasciarmi andare, mi ritrovo a parlare con la mia mente: le dico «vai via, lasciami stare, questi pensieri ora non mi servono, voglio godermi il momento».
Facciamo un'altra esperienza e riassumo quella posizione... ma poi cambia e mi sento accompagnare in posizione eretta ed è come se una cordicella luminosa mi tira verso l'alto, una luce... sento un formicolio nella parte sinistra della testa.
A un certo punto è come se delle mani mi sboccano la rigidità al collo... mi sento girare verso sinistra ed è come se chiedo il permesso a qualcuno, a me stessa, alla mia mente... boh... se posso andare... mi rigiro e una grande luce mi pervade... mi sento proiettata verso l'alto... e le lacrime di gioia... una felicità profonda e infinita.
Continuiamo la nostra esperienza, lavoriamo e alla fine... l'esplorazione... quando mi ritrovo sdraiata a terra.. avverto i pensieri che vanno e vengono e in assenza di pensieri ho la consapevolezza che esiste "un qualcosa da esplorare".
In assenza di pensieri la serenità mi pervade e viaggio nell'esplorazione, ascolto e prima di tutto mi sento più vicina a me stessa
Con un cuore ancora più libero e aperto, saluto i miei compagni di viaggio, li ringrazio perché i compagni di viaggio sono fondamentali, nulla accade per caso.
Riprendo la mia macchina, avvio il motore e... sono a casa!!
In questi pochi giorni che sono trascorsi mi sto rendendo conto che questa esperienza mi sta riposizionando nella vita e a cuore leggero lascio fluire!!!
Grazie Giorgio, ti voglio bene!!!
IL TUO LAVORO, GIORGIO, È VERAMENTE GRANDE!!!
A presto,
Anna

 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu